Il monumento commemorativo della battaglia presso il lago di Ägeri

Da più di cento anni s’innalza presso il lago di Ägeri il monumento del Morgarten, circa 2 km a nord dal terreno della battaglia con la sua cappella, la casa del Morgarten e la torre del Letzi.

Il monumento è stato inaugurato nel 1908. La sua ubicazione e la forma sono uniche se paragonate ad altri monumenti di commemorazioni in Svizzera.

La costruzione è completamente costituita da pietra sedimentaria, la base circolare sostiene la parte superiore che si leva con una muratura: la parte superiore è stata levigata mentre le parti laterali sono state invece lasciate al loro stato naturale. Sono poco visibili invece gli incavi nei capitelli delle colonne. Vale lo stesso per il cartiglio a forma di scudo presente nel timpano che porta l’iscrizione a lettere di bronzo “DEN HELDEN VON MORGARTEN 1315” (“Agli eroi del Morgarten 1315”).

La parte centrale del baldacchino si apre sui tre lati, mentre sulla parete posteriore in direzione della montagna si trova scritto in lettere di bronzo: "AM 15. NOV. 1315 KÄMPFTEN FÜR GOTT UND VATERLAND DIE EIDGENOSSEN AM MORGARTEN DIE ERSTE FREIHEITSSCHLACHT" (il 15 Novembre 1315 si è combattuto al Morgarten per Dio e per la Patria la prima battaglia per la libertà). In basso si trova il rilievo di Hermann Haller (1880-1950) intitolato “Der Steinwerfer” (“I lanciatori di pietre”).

Alla festa per l’inaugurazione, tenutasi il 2 Agosto 1908 presso il lago di Ägeri, accorsero parecchie migliaia di persone. Fu la fine di un lungo processo dai risvolti in parte emozionali. Le discussioni che precedettero l’erezione del monumento non si chinavano solamente sugli aspetti finanziari ed estetici, ma furono accompagnate anche da intense discussioni sulla battaglia stessa. Sia storici sia i politici non riuscirono a lungo a accordarsi sullo svolgimento e retroscena dell’evento che segnò gli inizi della nostra Confederazione. I differenti punti di vista sugli aspetti storici hanno addirittura creato tensioni tra i cantoni di Svitto e Zugo.

I primi tentativi di edificare il monumento “Eroi del Morgarten” risalgono al 1844 nella valle di Ägeri. Nel 1890 gli ambienti militari rispolverarono l’idea e costituirono un fondo per il finanziamento. Il passo decisivo fu intrapreso dalla Società degli ufficiali del Canton Zugo quando assunse la direzione del Comitato centrale svizzero delle società degli ufficiali. Il comitato costituì un gruppo di lavoro, inizialmente comprendente anche un membro del Canton Svitto, al fine di concretizzare l’idea.

La decisione cadde infine sulla zona del Buchwäldlihügel, che già godeva di un certo richiamo turistica. Alla luce di questa decisione il Canton Svitto si ritirò dalla commissione dalla commissione e si concentrò sulla costruzione di un monumento nazionale a Svitto e sul rinnovo del loro “vero” monumento, la cappella della battaglia al Schornen.

Nell’ambito di un concorso pubblico è stato scelto il progetto proposto dell’architetto Robert Rittmeyer di Winterthur. Dopo l’acquisto della proprietà del “Buchwäldli” per mano del Canton Zugo, i lavori sono iniziati nel Novembre del 1906 e sono continuati fino all’autunno del 1907. Durante la primavera del 1908 sono stati apportati le decorazioni finali e l’iscrizione. Finalmente, il 2 Agosto 1908, il monumento viene inaugurato. Gli “Eroi del Morgarten” ricevettero un monumento. Da quel momento in poi la valle del Ägeri possedette una destinazione turistica nazionale.

L’edificazione del monumento del Morgarten ha indubbiamente spianato la strada alla costituzione del tradizionale tiro del Morgarten, il “Morgartenschiessens”, la cui prima edizione si tenne il 15 Novembre 1912.

Il monumento del Morgarten fa da ponte tra il territorio e la sua storia e, anche grazie alle vicissitudini che precedettero la sua creazione, si è fatta un nome su scala nazionale quale luogo commemorativo.